La formazione per i barman guidata dai fornitori offre opportunità per i marchi in Italia

Laraccomandazione dei barman gioca un ruolo significativo nell'influenzare la scelta dei consumatori in tutto il mondo. Pertanto, i barman e i programmi di formazione a loro dedicati sono fattori chiave, utilizzati dai proprietari dei brandi per guidare iconsumi e le quote di mercato.

 

Scarica il rapporto

Infatti la ricerca CGA by NielsenIQ rivela che gli italiani hanno maggiori probabilità di essere influenzati dalle raccomandazioni dei barmen (31%) rispetto ai consumatori di altri mercati chiave come Messico (29%), Sudafrica (29%), Cina (25%) e Tailandia (24%).  CGA by NielsenIQ’s “Ricerca italiana sui barmen 2022”, in collaborazione con AIBES, approfondisce come dovrebbe essere un programma di formazione di successo agli occhi dei barmen.

La ricerca rivela che il 98% dei barmen intervistati ha completato la formazione organizzata dal supplier ma  alcuni ne sono rimasti insoddisfatti .

Considerando che il 69% dei barman italiana dichiara di avere una relazione con i propri supplier “nella Media”, si evidenzia l’opportunità per i supplier di migliorare ed adattare i propori programmi di formazione per meglio soddisfare le esigenze dei barman e per contruire rapporti più forti.

 

Formazione per ridurre le pressioni

I barmen sono appassionati del settore e sono orgogliosi di poter creare grandi esperienze, il che significa che sono aperti e disposti ad accettare la formazione da parte di un fornitore o un marchio di bevande (76%). Tuttavia, la carenza di personale rappresenta un rischio per il servizio di alta qualità a cui aspirano, così come il loro desiderio di superare i livelli di soddisfazione dei clienti (67%). Anche l’equilibrio tra lavoro e vita privata (20%) è una sfida, il che significa che qualsiasi attività di formazione o di marchio deve considerare le crescenti pressioni a cui sono sottoposti i barmen e offrire soluzioni per facilitare il servizio offrendo allo stesso tempo qualità.

Altre sfide evidenziate dai barmen includevano le opportunità di progredire nel loro ruolo (31%) e avere un team di qualità (27%). Offrire ai barman l’opportunità  di migliorare le proprie competenze nella gestione e nella guida di un team efficace, potrebbe quindi aiutare non solo ad alleviare le pressioni, ma anche a costruire carriere durature nel settore dell’ospitalità e, a sua volta, creare relazioni più forti con il marchio che li ha aiutati a raggiungere questo obiettivo.

 

I vantaggi di investire in un programma di formazione di successo

Il 62% dei barmen intervistati ha dichiarato di avere una serie di marchi che consiglierà ai consumatori e 2 su 5 tendono a raccomandare i marchi da cui hanno ricevuto formazione professionale. Il 65% ha anche affermato che rivedrà attivamente la propria gamma di prodotti nei prossimi 12 mesi, dimostrando che investire in programmi di formazione ben strutturati può influenzare il processo decisionale dei consumatori.

 

I barmen ritengono inoltre che i corsi di formazione che pongono un forte accento sulla qualità del servizio insieme a competenze più ampie possano avere ulteriori vantaggi per i fornitori e per i loro locali. Affermare che l’educazione sulla “presentazione perfetta” di categorie come la birra renderebbe i clienti soddisfatti della loro esperienza complessiva (53%), aiuterebbe a far tornare i consumatori (51%) e a ripetere l’acquisto (33%) del marchio.

 

La formazione di persona è importante per poter costruire relazioni durature

Data la natura sociale del settore dell’ospitalità, non sorprende che i barmen cerchino una formazione di persona (47%) o una combinazione che includa la formazione online (42%). L’importanza del contatto di persona è rafforzata dal fatto che per instaurare un rapporto di successo con i barman è necessario che i fornitori dimostrino di conoscere i loro locali (82%) e di avere una presenza regolare.

 

Alberto Sciacqua, Direttore Clienti-Italia, ha dichiarato: “I fornitori di bevande in grado di fornire una formazione accessibile sul marchio, sono il primo passo nella giusta direzione per promuovere relazioni importanti. Con un’enorme enfasi sul fatto che i barman italiani siano un elemento cruciale per il più ampio mercato del settore dell’ospitalità, è necessario un supporto dedicato dei fornitori che a sua volta andrà a vantaggio di marchi e locali in futuro. La nostra ricerca punta i riflettori su queste intuizioni e su dove CGA può fornire valore ai fornitori che vogliono sfruttare il loro successo sul mercato”.

 

La ricerca di CGA fornisce informazioni sulle opportunità nel mercato in loco italiano e globale per aiutare i fornitori a capire come coinvolgere con successo i barmen. Per saperne di più sulla ricerca sui barmen globali di CGA, contatta  Alberto Sciacquaall’indirizzo Alberto.Sciacqua@cgastrategy.com

 

Il resoconto italiano sui barmen ha intervistato 45 barmen/gestori che attualmente lavorano nella consumazione in loco italiana dal 18/04/2022 al 18/06/2022.

 

Il resoconto completo è ora disponibile per il download qui. 

Se vuoi leggere questo articolo in inglese clicca qui

Related posts:

Share post

Archive

Subscribe to our newsletter

Access the latest On Premise news and reports by signing up below.